Cappadoccia
Se si desidera di mettere in parole, la Cappadoccia ci sarebbe divenuta una poesia da recitare. In questo pezzo della terra tanti sono vissuti e tanti sono morti.

Se uno cerca di mettere in Cappadocia parole ci sarà una poesia a recitare: Molti vissuto in questo pezzo di terra e molti sono morti.

Nel corso degli anni Cappadocia è stata la patria per i commercianti Assuridi, per gli eremitici che hanno dedicato la loro anima a Dio durante il periodo Precristanesimo, e per gli soldati romani che dicono di essere lontani dalla loro casa.

In riassunto, troverete un breve pezzo di storia su questa pagina, quando visiterete il triangolo di Cappadoccia, testimonierete i residui ereditati da tanti anni.
Cappadoccia
Informazioni Generali
La Cappadocia è una antica denominazione assegnata alla regione geografica che si trova tra i vulcani Hasan ed Erciyes, la catena di montagne Aladağlar ed il fiume Kızılırmak.

La Cappadoccia, in data 24 Novembre 1986 è stata declerata dall’Unesco come uno dell’Eredità Mondiale Culturale e Naturale.

La formazione di questa zona meravigliosa iniziò 25 milioni anni fa grazie all’attivazione dei vulcani che causano l’accumulo delle stratificazione di lave vulcanicche, bazalt e cenere ed i materiali vulcanici di una quantità incredibile ha reso la zona come un paese citato nelle Fiabe di Fate. Le rocce di color giallo che si trovano nella panorama surreale è una esclusiva veduta fantastica.

Anche la storia nella zona è assai ricca. La struttura composta delle rocce morbidi, a partire del periodo prestorico, ha reso ideale la zona per gli insediamenti. Gli insediamenti nella zona inizia nell’era prestorica ma la parte più attraente della Storia di Cappadoccia è il periodo Romano e Cristiano.

Dopo un breve tempo dalla visita di San Paolo nella zona, le prime comunità Cristiane cominciano a vedersi e questa situazione occupa un posto importante nella Storia Cristiana. Esattamente come San Basilico che che costituisce i Monasteri e definisce le norme della vita monastica, nelhla zona hanno vissuto San Gregoria e gli altri abati. QUando il Cristianesimo inizia ad espandersi nei territori dell’Impero Romano Orientale, sino al 313 dC. İ Cristiani si sono nascosti dai Romani. Questi ultimi hanno cominciato ad usare le grotte sotterranee rimasti dall’era antica, trasformandole in grande città metropolitana soterranee.

Il miglior periodo della vegetazione è nelh mese di maggio e settembre, si fiorisce, la natura comincia a colorarsi e si maturano i crocus.

Una delle più importanti aree di uccelli che si trova sulla rotte migratorie è la Fattoria Sultan che si trova sulla frontiera orientale della regione di Cappadocia. Nella Fattoria Sultan Ci sono interessanti uccelli che possono essere osservati compresi fenicotteri, avvoltoi egiziani, ibises e molti altri.
In natura potete incontrare i volpi, serpenti e topi.

COSE DA VISITARE A GÖREME
Vome il Team di Anatolian Houses, desideriamo farVi alcuni suggerimenti durante il vostro soggiorno in Cappadoccia. Le locazioni citate cui di sotto sono dei luoghi più visitati e popolari e Vi preghiamo cortesemente di prendere la nota le informazioni seguenti che sono state ricevute da “prima mano”

Museum all’Aperto di GÖREME
Museum all’Aperto di GÖREME è a pochi minuti a piedi dal nostro hotel. . Il museo è un intero villaggio composte dalle case che sono state scavate nell’era antica le rocce vulcaniche morbide nei primi tempi. Durante i primi secoli d.C., i primi cristiani stabilirono qui, e di seguito questo luogo, molto presto, divenne un importante centro religioso. La maggior parte delle grotte scavate nella roccia hanno un significato religioso. Certi di questi scavi sono delle chiese mentre certi sono dei abitacoli e tombe. Alcuni di questi sono splendidamente decorate con dei dipinti murali. Una maggior parte delle suddette figure sono stati utilizzati dai seguaci come un mezzo di comunicazione tra i credenti, per espandere la nuova credenza Cristiana. Nel periodo ceguente che ormai il Cristianesimo aveva perso il proprio influsso, le altre persone sono venute alla zona per abitare nelle grotte scavate. Una grande parte di queste persone hanno distrutto gli occhi dei figurini religiosi murali con la paura. Secondo la loro credenza gli spiriti parlano tra loro ove si trovano gli occhi. Nel Museo esiste una chiesa subita da questo atteggiamento insenso. La costruzione degli scavi irregolari, col tempo ha causato il crollo delle roccie in questione. Una delle chiese costruite dalle roccie non solide è stata salvata recentemente e cosi è stato prevenuto il danno delle altre chiese. La Direzione del Museum chiede un onere aggiuntivo separata per l’entrata alla suddetta chiesa.

Città Sotterranea
Le città soterranee sono state costruite dai Cristiani con molte complessità, con l’obiettivo di proteggersi dai pericoli. Le soluzioni di ventilazione, i meccahismi di difesa, e con delle strutture pianificate come un labirinto, si giustificano l'ammirazione di coloro che visitare le grotte.

Chiese Distrutte
Una delle attrazioni della Cappadocia sono le vecchie chiese cristiane, costruite nelle morbide rocce di lava, che hanno coperto tutta la regione. Oggi una grande parte delle chiese sono rimasti da solo con il pericolo di rovinarsi a causa dell’erosione. E’ dispiacevole vedere la rovina di questi luoghi storici resi ai loro destini.

Mustafapasa Sinasos
Una volta Mustafa Paşa era denominata “Sinasos”. I suoi abitanti sono stati soprattutto i greci fino al primo trimestre del 20 ° secolo. Se avete la hobby in architettura o in fotografia, ne vale la pena visitare questo paese. Scattate delle dozzine di fotografie (soprattutto le porte e finestre),fate un breve giro di uno dei suoi due cantine e non dimenticate di bere una birra fresca nel Bar che si trova in centro.

Fortezza Üçhisar
E’ uno sperone di roccia vulcanica situato nel centro del villaggio di Uchisar. Dalla cima della roccia potete ammirare la panorama magnifica di Göreme e di Cappadoccia. È anche possibile vedere Montagna Erciyes, 3916m di altezza, in bilico in lontananza. Curiosamente non si riesce a trovare informazioni sulla motivazione per cui la gente del posto hanno scavato tante grotte nella roccia. Si suppone che questi scavi hanno degli obiettivi difensivi. E costano $ 1 a visitare il castello, che è aperto dalle 8.oo al tramonto. Sorprendentemente non è difficile salire sulal Fortezza Üçhisar.

Museo Etnologico a Ortahisar
Questo è un museo privato realisticamente visualizza tipiche scene di vita quotidiana dei tradizionali in Cappadocia. Se siete interessati a etnologia, Vi piacera questo museo. È un luogo da vedere da tutti che visitando Ortahisar. Un ristorante molto ben decorato che si trove nell’ingresso viene gestito dai proprietari del museo. Si trova nella stessa piazzale ove si trova la torre di Ortahisar.

Monastero Selime
Una delle sorprese più inaspettate in Cappadocia è il meraviglioso monastero costiruto dalle rocce tagliate. Il monastero Selime è stato scavato nella roccia dai monaci cristiani nel 13 ° secolo ed è situato nella Valle Ihlara. Le dimensioni della chiesa, crea una sorpresa per i visitatori. E’ impossibile capire Come hanno fatto i monaci a realizzare degli scavi cosi giganteschi e come hanno fatto i dettagli meravigliosi. Le colonne sono minuziosamente intagliati in grandi camere. Il dipartimento ove si trovavano i monaci sono composti da una grande cucina e anche da una stalla per i muli. Le pareti delle camere una volta erano ornamentati con degli affreschi, ma pochi di questi sono rimasti. Tramite una salita breve ma faticosa potete giungere al Monastero.

Carovanserraglio “Agzikara”
Ağzıkara è un carovanserraglio medievale. I Carovanserragli sono di business hotels del Medio Evo lungo l’itinerario della Via della Seta. Il Agzikara in realtà risale al 13 ° secolo e il complesso è molto ben conservato. Si compone di diverse sezioni che circonda un ampio cortile e include una grande sala in cui sono stati realizzati il commercio. Oggi il Agzikara è ancora utilizzato per gli obiettivi commerciali. Il popolo locale vende dei tapetti ai turisti all'entrata e nel cortile. Il Agzikara si trova al 16.mo km a nord-est di Aksaray, sulla strada per Nevsehir. Costa $ 1 per entrare ed è aperto dalle 7:30 alle 8:00.
Member of Small Elegant Hotels